Zosia Mamet rivela la lotta per tutta la vita con il disturbo alimentare


Zosia Mamet rivela la lotta per tutta la vita con il disturbo alimentare / divertimento

Zosia Mamet, che interpreta l'attrice Shoshanna Shapiro nella serie di successo della HBO Ragazze ha rivelato il suo grande segreto: ha lottato con un disturbo alimentare sin dall'infanzia.

"Hai un segreto?" Il The Last Keepers l'attrice ha scritto nella sua rubrica per Fascino rivista. "Il tuo segreto è qualcosa che potrebbe ucciderti, una sensazione di morso silenzioso che ti sta lentamente sciogliendo, a poco a poco, qualcosa di mortale che nessun altro può vedere?

"Ed è questo: ho lottato con un disturbo alimentare sin da quando ero un bambino", ha continuato. "Questa lotta è stata per lo più privata, una guerra che nessuno sapeva infuriava dentro di me, ho provato a combatterlo da solo per molto tempo e sono quasi morto".

Tuttavia, anche se Mamet ha cercato aiuto per il suo disturbo, nonostante il sostegno e l'intervento del suo drammaturgo e regista padre, David Mamet, la sua battaglia non è ancora finita.

"Ecco come penso al mio disturbo alimentare: sono un tossicodipendente in ripresa, mi è stato detto che ero grasso per la prima volta quando avevo otto anni, non sono grasso, non sono mai stato grasso, ma da allora , c'è un mostro nel mio cervello che mi dice che sono - che mi convince che i miei vestiti non si adattano o che ho mangiato troppo ", ha confessato.

"A volte mi ha costretto a morire di fame, a percorrere chilometri extra, ad abusare del mio corpo", ha continuato Mamet. "Da adolescente ero solito stare di fronte al frigorifero a notte fonda fissando quella luce fluorescente bianca, debilitata dalla guerra che infuriava dentro di me: se cedere alla fame snocciolata nel mio stomaco o chiudere la porta e tornare a starei lì per ore, aprendo e chiudendo la porta, tirando fuori un pezzo di cibo e poi rimettendolo, tirandolo fuori, mettendolo nella mia bocca e poi sputandolo nella spazzatura ".

Tracy Morgan sta ancora lottando per riprendersi dall'orribile incidente >>