Hai avuto una mastectomia ... e adesso?


Hai avuto una mastectomia ... e adesso? / salute e benessere

Ricostruzione del seno 101 Prima di prendere qualsiasi decisione, è importante che le donne conoscano le loro opzioni e si sforzino di consultare un chirurgo plastico esperto, che aiuterà a capire cosa è meglio ...

Ricostruzione del seno 101

Prima di prendere qualsiasi decisione, è importante che le donne conoscano le loro opzioni e facciano sforzi per consultare un chirurgo plastico esperto, che aiuterà a capire cosa è meglio per lei. La ricostruzione del seno può essere eseguita utilizzando protesi mammarie o tessuti da un'altra parte del corpo. Dipende sia dalle preferenze personali di una donna sia da ciò che il suo medico consiglia.

Il processo consiste in molte fasi differenti; può essere avviato contemporaneamente alla mastectomia o dopo che il paziente è guarito dall'intervento.

Le tecniche chirurgiche utilizzate sono basate sulla quantità di tessuto cutaneo disponibile. Alcuni pazienti possono aver bisogno di un'espansione tissutale precedente, che è un processo che richiede circa 2-6 mesi. Ciò rende l'impianto più facile da posizionare e può rendere i tempi di recupero più facili e brevi.

Se la mastectomia è stata eseguita in modo tale da salvare l'involucro cutaneo durante l'intervento, non è necessaria un'espansione tissutale. Le procedure del lembo del tessuto sono un'altra opzione, in cui il tessuto può essere prelevato dallo stomaco, dalla schiena, dalle cosce o dai glutei e viene quindi ricostruito nel seno. Una delle più recenti procedure di lembo è TAP (Transverse Upper Gracilis) Flap. TUG è una tecnica in cui il tessuto della coscia viene utilizzato per creare un nuovo seno e riattaccato con microchirurgia alla zona del seno. La tecnica non causa una perdita di funzionalità e il tessuto è modellato per apparire e sentirsi naturale. Un altro vantaggio è che non è necessario cambiare gli impianti e non c'è rischio di rottura. Molte donne scelgono di avere una mastoplastica additiva o una riduzione del seno per migliorare la simmetria del seno dopo che la ricostruzione del seno è completa.

Così i seni appaiono più naturali seguendo la procedura, ci sono tecniche per creare un capezzolo e un'areola. Questa è solitamente la fase finale della ricostruzione del seno; è un intervento chirurgico secondario separato che viene eseguito dopo che il nuovo seno ha il tempo di guarire. Analogamente alle procedure con lembo, il tessuto può essere prelevato da altre parti del corpo - come l'inguine, la coscia o le natiche - o dal seno stesso, per ricostruire il capezzolo e l'areola. A volte l'area viene tatuata per adattarsi al colore del capezzolo dell'altro seno.